Curriculum
Lo studio
Lo staff
Di che cosa ci occupiamo:
  
Gnatologia
  
Ortognatodonzia Classica e
         
Ortognatodonzia Estetica (invisibile)
  
Rapporti tra Occlusione e Postura

   Medicina manuale
Come raggiungerci
Per i colleghi:
   L’approccio al paziente
   La questione medico-legale
   L’ATM: Immagini e filmati
   Il libro
   Corsi e Pubblicazioni

Contatti
separatore.gif (4620 byte)

CHE COS'E' LA GNATOLOGIA ?

   La gnatologia e quella branca della medicina che si occupa dello studio della funzione masticatoria con tutte le sue implicazioni.
   In parole più semplici è quella scienza che studia il meccanismo di apertura e chiusura della bocca, l’armonia dei contatti dei denti delle due arcate dentarie e lo stato di salute dei muscoli che servono appunto a fare aprire e chiudere la bocca.
   Non è necessariamente vero che un paziente che ha dei denti non perfettamente allineati dal punto di vista estetico, abbia anche dei disturbi alla funzione masticatoria. La nostra esperienza ci ha insegnato che esistono moltissimi pazienti che sviluppano dei meccanismi di adattamento facendo funzionare bene un sistema che lavora su pochi denti o su denti malmessi (basta pensare a qualche nonna o nonno che mangiano o mangiavano di tutto su un dente solo).
   E’ anche vero il contrario, cioè che un paziente con i denti diritti e ben allineati possa avere dei severi disturbi al sistema masticatorio come un blocco in apertura (
fig.1a e fig.1b).
   Quelli che attualmente sembrerebbero essere i due elementi che più probabilmente sono in grado di scatenare dei disturbi al sistema masticatorio sono una naturale instabilità delle articoalzioni temporo-mandibolari (quelle che ci fanno aprire e chiudere la bocca) e l’aumentata attività muscolare legata allo stress.
   Con il problema dello stress non ci deve fare i conti solo lo gnatologo, ma qualunque medico di tutte le specialità. Ascoltando i nostri pazienti non possiamo che accorgerci che la qualità della vita e del sonno sono peggiorate con effetti diversi sul nostro organismo.
   Se a causa dello stress aumenta l’attività muscolare che si manifesta stringendo e/o grattando i denti possiamo avere conseguenze importanti sui denti (
fig. 2), sui muscoli che aumentano di volume (fig. 3), sulle articolazioni che vanno in blocco come abbiamo visto nella figura 1.
   Per questo è fondamentale che ogni paziente venga valutato in modo autonomo senza accanirsi nel tentativo di incasellarlo in una determinata categoria.
   Ogni paziente ha la sua storia che va attentamente ascoltata in modo da poter impostare un adeguato piano di cura, se necessario, che tenga conto di tutte le varianti che ogni caso porta con se.
   Se si deciderà di utilizzare un bite quello più comune si inserisce nell’arcata superiore ed è esteso a tutti i denti (
fig. 4). Se ne può realizzare anche una variante estetica che non presenta la resina sulla superficie esterna dei denti anteriori (fig. 5).


Fig. 1a


Fig. 1b


Fig. 2


Fig. 3


Fig. 4


Fig. 5

separatore.gif (4620 byte)

Dott. Guglielmo Gagnesi Via S.Francesco 151 - 55049 Viareggio ( Lucca )
studio: 0584-47276 cell.3939841236

e-mail:
g.gagnesi@tiscali.it

separatore.gif (4620 byte)